QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE PER MIGLIORARE SERVIZI ED ESPERIENZA DEI LETTORI. SE DECIDI DI CONTINUARE LA NAVIGAZIONE CONSIDERIAMO CHE ACCETTI IL LORO USO.

ABBIAMO AGGIORNATO LA PRIVACY POLICY E LA COOKIE POLICY PER RENDERLE PIÙ CHIARE E TRASPARENTI E PER INTRODURRE I NUOVI DIRITTI CHE IL REGOLAMENTO TI GARANTISCE.

  • News e Eventi
  • Ellalink: inaugurato il cavo transatlantico che unisce Europa e America Latina

GARR, Europa, News, GÉANT, Mondo

Ellalink: inaugurato il cavo transatlantico che unisce Europa e America Latina

Ellalink: inaugurato il cavo transatlantico che unisce Europa e America Latina

Il 10 giugno 2021, in occasione dell'evento "Leading the Digital Decade" a Porto, è stato inaugurato ufficialmente il cavo a fibre ottiche transatlantico EllaLink, l’unico a collegare direttamente l’Europa (la rete GÉANT) e l’America Latina (la rete RedClara).

Il cavo transatlantico, finanziato dall'UE attraverso il programma BELLA (Building the Europe Link to Latin America), è il risultato di anni di collaborazione tra la comunità della ricerca dei due continenti e del partenariato tra l'UE e l'America latina.

Federico Ruggieri, direttore del Consortium GARR, parla del progetto BELLA

Con i suoi circa 6000 km, il cavo sottomarino che collega Sines, in Portogallo, con Fortaleza in Brasile, rappresenta una pietra miliare per la collaborazione scientifica ed accademica tra i due continenti. Questo ponte digitale, di cui Ellalink è il primo importante pezzo, è un importante contributo all’abbattimento del divario digitale presente nel continente sudamericano, che finora ha visto la quasi totalità del suo traffico dati passare dal Nord America, in una condizione di monopolio infrastrutturale.

L’impatto di questa nuova infrastruttura digitale è senza precedenti, sia nell’ambito della ricerca e dell’istruzione, sia in ambito economico e sociale.

  • - Il programma BELLA sosterrà le esigenze di interconnettività a lungo termine delle comunità di ricerca e istruzione europee e latinoamericane per i prossimi 25 anni. Grazie al programma sarà possibile raggiungere 65 milioni di utenti in più di 12 000 istituzioni in Europa e in America latina.
  • - Per il settore digitale e spaziale, BELLA faciliterà l'accesso ai dati spaziali forniti dal programma Copernicus e da grandi strutture in entrambi i continenti (ad esempio osservatori a raggi astronomici e cosmici in America latina, il Cherenkov Telescope Array (CTA), e il grande anello di collisione per adroni (LHC) in Europa.
  • - In generale, la popolazione dell’America Latina potrà beneficiare di reti più veloci ad un costo d’accesso inferiore.
  • - Le aziende dell'UE e dell'America Latina e dei Caraibi potranno cogliere le opportunità dell'economia dei dati, in particolare nei settori del cloud computing e della telemedicina, e nuove tecnologie quali l'intelligenza artificiale, il calcolo ad alte prestazioni, l'osservazione della Terra, il monitoraggio epidemiologico e i trattamenti anti COVID-19.
  • - BELLA agevolerà la condivisione dei dati di calcolo ad alte prestazioni e di osservazione della Terra tra le due regioni.

Il programma BELLA nasce per rispondere alle esigenze di connettività della ricerca e dell’istruzione in Europa, in America Latina e nei Caraibi, ed è composto dai progetti BELLA-S e BELLA-T. Il primo, riguarda la costruzione vera e propria del nuovo cavo sottomarino Ellalink, mentre BELLA-T prevede il completamento del collegamento ad alta capacità delle reti della ricerca in America latina, aumentando la capillarità e rendendo possibile una pari capacità d’accesso alla rete a tutta la comunità dell’istruzione e della ricerca del continente, collegando il Brasile, attraverso le città di Fortaleza, San Paolo e Porto Alegre; l'Argentina, attraverso Buenos Aires; il Cile, attraverso Santiago; l'Ecuador, attraverso Guayaquil; la Colombia, attraverso Bogotá e Cucuta fino al confine con il Venezuela, e Cartagena.

La rete della ricerca e dell’istruzione italiana GARR è parte di questa avventura fin dall’inizio, nel ruolo di coordinatore del progetto preparatorio (ELLA) e in qualità di partner dal lato europeo del consorzio BELLA e del progetto BELLA-T,  cofinanziato dall’Unione europea.

Maggiori informazioni